Una giornata tra i castelli della Loira

Questo è l’itinerario perfetto per chi desidera lasciare tutto il caos della vita quotidiana ed immergersi in una fiaba ad occhi aperti, ad appena un paio d’ore d’auto da Parigi.

Anche solo un weekend è sufficiente per percorrere questo percorso e per regalarvi emozioni uniche, attraversando paesaggi collinari ricchi di vigneti, borghi che sembrano dipinti e castelli.

Non è un caso se l’intera regione francese della Loira è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

Questi castelli vi permetteranno di vedere da vicino alcuni tra i migliori esempi di storia e cultura medievale e rinascimentale e di rivivere l’incanto di un tempo.

CHÂTEAU CHAMBORD

Mentre arrivate sarete circondati dalla foresta e da una natura incontaminata, il giusto benvenuto da parte del castello francese più visitato e conosciuto.

Resterete incantati non appena lo vedrete: sembra quasi finto, ed emana ancora tutto il suo fascino di un tempo.

All’ingresso vi consegneranno una mappa per seguire un percorso agevole, essendoci più di 400 stanze e circa 80 scale!

Ma nonostante la sua maestosità, è assolutamente incredibile l’armonia architettonica con cui è stato costruito, è un mix perfetto tra Medioevo e Rinascimento, un’opera architettonica unica.

In particolare, resterete sicuramente senza parole quando vedrete al centro del castello la scala a doppia elica: due scale che ruotano nello stesso senso senza mai incontrarsi, ispirata dal genio di Leonardo.

Dopo esservi ripresi dall’incredulità di fronte a questa scala, salite fino ad arrivare alle terrazze: tra picconali, lucernari e tetti godrete di un panorama a 360° sui giardini della Tenuta.

E alla fine della visita dell’interno non perdete i giardini alla francese, ampi (oltre 5.000 ettari!) e curatissimi: l’opzione migliore è visitarli in bici. La vista del Castello è impressionante anche da lontano. 

CHÂTEAU BLOIS

Il Castello di Blois è il più antico tra i Castelli della Loira e si trova lungo la sua riva destra, su una collinetta al centro della città medievale omonima e dalle sue terrazze si può perciò godere di un panorama molto suggestivo sulla valle e sul paese.

E’ un Castello ricco di storia ed era amato da numerosi re e regine francesi, tra cui Luigi XII, Francesco I e Caterina dè Medici.

Vi basti pensare che tra i tanti fatti storici che si sono succeduti tra queste mura, qui fu benedetta Giovanna d’Arco nel 1429 dall’arcivescovo di Reims.

Questo vi dovrebbe far capire l’importanza che questa residenza ebbe durante il Rinascimento.

Essendo stato costruito in epoche differenti, dal XIII al XVII Secolo, la sua architettura è molto varia: il Gotico, il Gotico fiammeggiante, il Rinascimento ed il Classicismo.

Nel cortile resterete stupiti dalla stupenda scalinata bianca voluta da Francesco I che si sviluppa su una facciata del Castello: di forma elicoidale richiama sicuramente lo stile rinascimentale di Leonardo.

Mi raccomando, prima della visita o dopo di essa, concedetevi anche una passeggiata tra le viuzze del paese di Blois e per immaginare come doveva essere nel periodo di massimo splendore.

Informazioni

Come arrivare. Noi ci trovavamo a Parigi e abbiamo noleggiato un’auto per muoverci con maggiore libertà.

Se arrivate dall’Italia potete ugualmente volare sull’aeroporto di Parigi oppure scegliere Nantes.

Parigi – Chambord 178 Km

Chambord e Blois sono distanti solo 15 Km.

[Se volete muovervi con i mezzi pubblici, dovete sapere che dalla stazione di Blois parte il bus Route 41 – Ligne 2 che vi porterà al Castello di Chambord e poi indietro.]

Quando andare. Sicuramente in primavera/estate quando le temperature sono più piacevoli e i giardini che circondano i Castelli sono al massimo della loro bellezza.

Se potete, non perdetevi lo spettacolo notturno “Sons et Lumière” presso il Castello di Blois: da aprile a settembre sulla facciata vengono riprodotte immagini ed effetti sonori sulla storia di Francia e del Castello. Un modo incredibile per conoscere questo posto.

Biglietto d’ingresso. Castello di Chambord costo 13 euro, Blois 12 euro.

Durata visita. Per il Castello di Chambord dedicate almeno 3 ore alla visita: oltre alle numerose stanze passeggiate anche nel parco.

Per il Castello di Blois sono necessarie invece 1-2 ore.

Dove dormire. Questa zona è ricca di B&B tradizionali e accoglienti, oppure potrete regalarvi un soggiorno in un antico maniero restaurato.

Cosa mangiare. Non solo formaggi, salse o salumi ma soprattutto cosa bere: in questa regione sono prodotti alcuni dei migliori vini francesi perciò non perdete l’occasione di sorseggiarli, magari seduti in un bistro o in una brasserie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *